Omesso mantenimento dei figli: condannato il padre anche se il tenore di vita è peggiorato

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 48567/2019, ha dichiarato inammissibile il ricorso di un padre, condannato dalla Corte d’Appello di Catanzaro alla pena di mesi due di reclusione ed euro duecento di multa per il reato di cui all’art. 570 c.p. ‘Violazione degli obblighi di assistenza familiare’. L’uomo aveva fatto mancare alla figlia [...]

Non è deducibile l’assegno di divorzio in forma una tantum

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 29178/2019, in accoglimento del ricorso dell'Agenzia delle Entrate, ha ribadito che non è deducibile dal reddito l'assegno corrisposto alla moglie in forma c.d. una tantum (nel caso di specie nella misura di euro 67.000,00) al posto di un contributo al mantenimento periodico (assegno mensile). Già in precedenti [...]

Nessun assegno divorzile alla ex moglie che abbandona l’attività lavorativa

Il Tribunale di Verbania stabiliva a carico dell'ex marito un assegno divorzile a favore della ex moglie per euro 200,00 mensili. La Corte d'Appello di Torino revocava l’assegno, rilevando che l'uomo, maresciallo dei Carabinieri, percepiva uno stipendio netto annuo di euro 37.000,00, mentre la donna, commessa in un supermercato, percepiva circa euro 10.000,00 annui e [...]

Lo squilibrio economico tra i coniugi non costituisce elemento decisivo per l’attribuzione di un assegno di mantenimento

La Corte d’Appello di Milano, con sentenza del 3.7.2015, aveva stabilito che l’ex moglie dovesse contribuire alle sole spese straordinarie riguardanti la figlia in comune con l’ex marito, presso il quale la minore era stata collocata, con esclusione di contribuzione al mantenimento. Aveva, inoltre, stabilito che l’ex marito dovesse versare un contributo al mantenimento a [...]

Assegno di divorzio: la pronuncia delle Sezioni Unite

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 18287 del 11.7.2018, si pronuncia sulla funzione dell’assegno di divorzio e sui criteri che ne determinano la corresponsione. La Suprema Corte ripercorre l’evoluzione legislativa dell’art. 5, comma VI, l. divorzio e le interpretazioni fornite a più riprese dalla dottrina e dalla giurisprudenza, soffermandosi in particolare su due [...]

Linee Guida condivise concernenti le spese per i figli

Anche il Tribunale di Monza ha adottato delle linee guida in merito alle spese in materia di mantenimento della prole, con particolare riguardo alle c.d. spese straordinarie. Già altri Tribunali hanno adottato protocolli a riguardo e così ha fatto anche il Consiglio Nazionale Forense lo scorso 29.11.2017. La finalità delle Linee Guida è di individuare, [...]

Non spetta ai nonni mantenere i nipoti

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 10419 del 2.5.2018, ha ribadito che l’obbligo di mantenimento dei figli minori grava primariamente e integralmente sui loro genitori e non sui nonni. L’obbligazione degli ascendenti è subordinata e sussidiaria rispetto a quella dei genitori: pertanto, se il padre, come nel caso di specie, non può o non [...]

Di |2019-12-19T23:42:08+01:00Maggio 10th, 2018|Categorie: Famiglia e Successioni|Tag: , , |

Linee Guida per la regolamentazione delle modalità di mantenimento dei figli nelle cause di diritto familiare

Il Consiglio Nazionale Forense ha approvato le Linee Guida in materia di mantenimento della prole con particolare riguardo alle c.d. spese straordinarie. In caso di mancato accordo tra i genitori, le spese saranno così qualificate: tra le spese comprese nell’assegno di mantenimento vi sono: abbigliamento; materiale scolastico di cancelleria; mensa; ricarica cellulare; trasporto urbano (tessera [...]

Non rileva l’astratta capacità lavorativa della moglie priva di redditi adeguati

Nella separazione personale, i "redditi adeguati" a cui va rapportato l'assegno di mantenimento sono quelli necessari al coniuge 'debole' a mantenere il medesimo tenore di vita goduto in costanza di matrimonio. Nel caso in esame, la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 28938 del 4.12.2017, ha riconosciuto che, a fronte di una sproporzione reddituale [...]

Autosufficienza e benessere economico: no all’assegno divorzile nel caso Berlusconi/Lario

Nella separazione il dovere di assistenza materiale conserva la sua efficacia in quanto costituisce uno dei cardini del matrimonio e giustifica la corresponsione dell’assegno di mantenimento. Non può affermarsi lo stesso quanto alla solidarietà postconiugale alla luce della recente sentenza della Corte di Cassazione n. 11504/2017 che ha sancito il passaggio dal parametro del ‘tenore [...]

Torna in cima